Oro "Concours Mondial de Bruxelles" 2020
Premio Oro "Concours Mondial de Bruxelles" 2020

Pollino Bianco Ferrocinto

(No reviews yet) Write a Review
€9.90
Gift wrapping:
Options available

Dettagli prodotto

Vitigni:
Mantonico
Temperatura:
10-12°C
Regione:
Calabria
Brand:
Ferrocinto
Formato:
75cl
Abbinamenti:
Pesce, Verdure, Formaggi
Denominazione:
Terre di Cosenza DOP
Gradazione:
13,5% Vol
Annata:
2020

Perché l'abbiamo scelto...

Vino bianco Pollino Mantonico DOP Pollino fa parte delle salezione Vinaggi. Il Pollino Bianco ha vinto la medaglia d' oro del prestigioso concorso internazionale "Concours Mondial de Bruxelles" tenutosi a Brno, dal 4 al 6 settembre 2020 in cui hanno partecipato 8.500 vini provenienti da 46 paesi produttori. Vino bianco da Mantonico in purezza, si presta sia ad un consumo fresco immediato ma da ottimi risultati anche nel medio e lungo invecchiamento. Si sviluppano infatti aromi terziari interessanti che lo rendono ideale anche a fine pasto.

Sommelier

Pollino Bianco Ferrocinto, prodotto da vitigno Mantonico, si presenta con una colorazione chiara,bianco con leggeri riflessi dorati. Rilascia un aromaintenso, con sensazioni di frutta matura a pasta gialla e frutta esotica, melone bianco, banana verde, ananas e molto altro che abbracciano sentori piu sottili ma nitidi come erbette di campo, gesso, miele, spezie dolci, mandorla dolce. Il sorso è morbodo, lasciando sottili spazi ad una freschezza e ad una scia sapida che, come rintocchi, fanno sentire la propria presenza rendendo il vino davvero piacevole e di ottima beva. Ideale come aperitivo o con antipasti e piatti a base di pesce.

Come lo bevo

  • Da bere con : pesce
  • Temperatura : 10-12°C
  • Momento ideale : aperitivo, antipasto, cena
  • Bicchiere consigliato : Tulipano

Cantina

cantina cover

L'azienda si trova a Castrovillari CS, fondata nel 2008, produce 1.000.000 di bottiglie con 130 ettari vitati. La Filosofia aziendale promuove un'agricoltura biologica certificata e non. L’azienda, che si trova nel territorio di Castrovillari, è denominata anche “Conca del Re”, in località “Vigne” così chiamata fin dai tempi della presenza Romana, quando i reduci delle guerre furono risarciti con i terreni intorno a Copia, la città romana nata sulle rovine dell’antica Sibari. Il territorio conosce la vitivinicoltura fin dai tempi degli Enotri quando era già elemento caratterizzante dell’agricoltura del luogo.

PROMO COD: " PRIMORDINE"